Tre cose solamente m’ènno in grado Da “La carta più alta”

Tre cose solamente m’ènno in grado

Da “La carta più alta”

Tre cose solamente m’ènno in grado,

le quali posso non ben ben fornire,

cioè la donna, la taverna e ‘l dado:

queste mi fanno ‘l cuor lieto sentire.

 

Ma sì mme le convene usar di rado,

ché la mie borsa mi mett’ al mentire;

e quando mi sovien, tutto mi sbrado,

ch’i’ perdo per moneta ‘l mie disire.

 

E dico: ” Dato li sia d’una lancia! “,

ciò a mi’ padre, che mmi tien sì magro,

che tornare’ senza logro di Francia.

 

Ché fora a torli un dinar più agro,

la man di Pasqua che ssi dà la mancia,

che far pigliar la gru ad un bozzagro.

 

Cecco Angiolieri

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>